Sostenibilità-2.png
Sostenibilità.png

BI Health fa della sostenibilità un elemento essenziale del proprio operare, a qualsiasi livello aziendale. Si può infatti dire che, di ogni attività svolta, BI Health valuti la rispondenza all’obiettivo di sostenibilità massima perseguibile.

Già il termine “sostenibilità” è centrale quando declinato in senso economico: nessuna attività ha prospettiva di prosecuzione nel tempo se non ha sostenibilità economica. E le soluzioni che BI Health offre ai propri clienti consentono appunto di migliorare decisamente l’aspetto economico, in quanto in grado di supportarli nelle loro decisioni di impiego delle risorse.

Ma insieme a tale sostenibilità, e d’altronde collegata ad essa, BI Health considera centrale anche la sostenibilità ambientale della propria attività, così come di tutta la catena del valore in cui è coinvolta.

Ma cosa si intende qui per “sostenibilità ambientale”?

La sostenibilità di cui parliamo va riferita all’impatto più o meno diretto (o più o meno mediato) delle attività sull’ambiente naturale, comprendendovi dunque non soltanto l’impiego/consumo di risorse naturali (materiali, suolo, territorio, energia), ma anche di risorse umane, modelli e routine organizzativi, impattanti comunque sul contesto ambientale. Si deve intendere dunque la sostenibilità ambientale anche secondo questa

Mondo-sostenibile.jpg

prospettiva, più mediata, che possiamo definire “verticale”.

 

Precisato quanto sopra, diciamo che tre sono le aree investite dalla policy di sostenibilità ambientale perseguita da BI Health:

  • l’attività verso l’organizzazione interna - ambienti e spazi fisici, materiali di consumo, strumenti di lavoro, energia, mobilità;

  • l’attività esterna verso fornitori - subordinata alla coerenza della loro operatività con gli obiettivi di sostenibilità di BI Health;

  • l’attività esterna verso i clienti - ovvero le scelte più consapevoli e sostenibili che essi possono fare grazie alle soluzioni di Business Intelligence implementate da BI Health.

Quest’ultima area è quella che l’azienda considera decisiva e massimamente importante, perché è in essa che l’azione di BI Health riesce a contribuire al meglio, almeno per quel che le compete, a consentire una amplificazione dell’attenzione verso comportamenti più sostenibili.

Cominciamo quindi da quest’ultimo punto.

 

L’attività esterna verso i clienti

L’implementazione di sistemi di Business Intelligence presso le organizzazioni sanitarie è il cuore dell’offerta di BI Health e costituisce in quanto tale un passo decisivo affinché tali organizzazioni evolvano verso modelli decisionali in linea con i principi di sostenibilità.

Infatti, l’attività di Business Intelligence consente di ricavare preziose informazioni dai dati di cui si è in possesso, e queste informazioni costituiscono un prezioso supporto per prendere decisioni consapevoli e tempestive, sia a livello di operatività corrente, sia a livello strategico, col risultato di migliorare decisamente il modo in cui le risorse vengono impiegate e quindi di ottimizzare il loro consumo, riducendo gli sprechi e contenendo gli impatti ambientali correlati.

In sintesi, dunque, l’attività di Business Intelligence aiuta le organizzazioni:

  • ad efficientare le attività correnti, ottimizzando l’impiego di risorse materiali ed umane per il perseguimento degli obiettivi. Questa ottimizzazione conduce alla riduzione sensibile degli sprechi di materiali fisici, di impieghi di personale, di dispositivi medici (ad esempio i farmaci), di spazi fisici, col risultato di un'altrettanto sensibile riduzione dell’impatto ambientale dell’operatività complessiva dell’organizzazione;

  • a gestire i bisogni di salute nella maniera più efficiente possibile, sia che si tratti di morbilità croniche, sia di acuzie, consentendo di programmare la dislocazione territoriale dei servizi assistenziali e diagnostico-terapeutici non su base meramente storica, ma in maniera coerente con il costante monitoraggio della domanda di salute, ottimizzando e riducendo al massimo, ad esempio, la mobilità dei pazienti e le erogazioni delle prestazioni ridondanti; 

  • a prevedere gli scenari clinico/epidemiologici futuri, in modo che l’allocazione previsionale delle risorse sia quanto più rispondente possibile ai bisogni reali che si dovranno affrontare nelle situazione futura, contenendo al minimo inutili ridondanze, inefficienze e sprechi. Questa capacità previsionale dovuta all’applicazione dei modelli di Business Intelligence, evita che le organizzazioni si trovino impreparate nel dover affrontare situazioni clinico-epidemiologiche inattese.

In conclusione, le soluzioni di Business Intelligence offerte da BI Health, consentono alle organizzazioni sanitarie di migliorare la propria performance complessiva e minimizzare l’impatto ambientale, sia per l’attività corrente, sia per la programmazione di medio-lungo periodo. 

 

 

L’attività verso l’organizzazione interna

Anche se di portata decisamente più circoscritta, nondimeno la cura di BI Health per la sostenibilità ambientale riguarda anche l’operatività aziendale che si svolge all’interno della propria location.

Materiali di consumo e dispositivi

Si riduce al minimo indispensabile l’uso della carta e delle stampanti, facendo comunque ricorso a materiali di consumo riciclati. I documenti vengono scambiati quasi completamente in forma digitale. Tutte le apparecchiature (stampanti, PC ecc.) restano spente se non all’uso e sono provviste di adeguati setting di risparmio energetico. Per i momenti di break e ristoro, si è scelto di eliminare bicchieri, piatti, posate e contenitori in plastica monouso a favore di prodotti compostabili, in vetro o altri materiali lavabili e riutilizzabili. Si applica la forma rigorosa di raccolta differenziata dei rifiuti.

Piantina.jpg

Ambienti e climatizzazione

Si stabilizza alle soglie di benessere il ricorso alla climatizzazione estiva e invernale, programmata esattamente in sincronia con la presenza di personale in ogni ambiente, e lo stesso vale per l’illuminazione. Si ricorre, quando si può, all’aerazione e all’illuminazione naturali degli ambienti. 

Comunicazione con clienti e fornitori

Laddove non necessario, gli incontri e i meeting in presenza presso clienti e fornitori, sono sostituiti dalle varie forme di comunicazione digitale (call conference, e-mail, instant messaging). Ciò per minimizzare l’utilizzo dei mezzi di mobilità stradale privati. Quando possibile, e se necessaria la comunicazione in presenza, si privilegiano i mezzi pubblici. 

Ubicazione della sede aziendale

Per favorire al massimo la mobilità pubblica, sia del personale interno, sia dei collaboratori e degli eventuali ospiti, è stata scelta una posizione centralissima, a pochi passi dalla Metro e dalla stazione Termini. 

Smart Working 

Fermo restando che il teamworking e il brainstorming in presenza siano modalità fondamentali del lavoro collaborativo e della socializzazione, BI Health favorisce, quando possibile, utile e/o necessario, la modalità di lavoro individuale a distanza in smart-working, riducendo così la necessità di spostamenti fisici “verso” e “da” la sede aziendale. 

Attività esterna verso i fornitori

Consapevole che ogni attività implica una catena del valore che include, oltre alla organizzazione interna e ai clienti, anche i consulenti e i fornitori, e che la sostenibilità deve riguardare l’intera filiera produttiva, interna e ed esterna all’azienda, BI Health opera una severa selezione dei propri consulenti e fornitori, valutando tra le altre caratteristiche anche la loro sensibilità verso i temi della sostenibilità ambientale.